Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Berto’s e il Marocco tra leggenda e futuro

Al solo citare il nome “Marocco” è facile volare con la fantasia all’epopea di miti che la sua lunga storia dapprima, e la magia del grande cinema poi, hanno sedimentato nell’immaginario di ognuno di noi. Pensiamo al film “Casablanca” di Michael Curtiz con Humphrey Bogart del ’42, e ancora al leggendario “Marocco” del 1930 di Josef von Sternberg con Marlene Dietrich. Terra antica e nobile, caratterizzata da importanti tracce preistoriche e frequentata poi nei millenni da fenici, cartaginesi, romani, bizantini, arabi, francesi e spagnoli, mostra i pregi dei luoghi del mondo che sono stati incrocio di civiltà, terra di scambio, fucina di confronto. La sua vocazione di confine è ben rispecchiata anche dalla geografia che ne fa contemporaneamente terra atlantica, mediterranea, continentale. Ma questa immagine romantica in bianco e nero è oggi integrata, se non sostituita, dal modello di un Paese in forte crescita e orientato al futuro: il Marocco presenta ormai da oltre un decennio una crescita costante e molto ordinata del PIL, che si attesta inaspettatamente a livelli più alti di alcuni paesi dell’area continentale europea; ha il reddito pro capite più alto dell’Africa e, caso più unico che raro nel panorama migratorio attuale, cancellata l’emigrazione presenta oggi alti tassi di migrazione sub-sahariana e dai paesi vicini. Dall’Europa, in particolare Francia e Spagna, arrivano i capitali che gli imprenditori affidano all’economia marocchina attirati dagli importanti tassi di crescita nazionale e dagli accordi politico-commerciali stipulati negli ultimi decenni con il Vecchio Continente e gli Stati Uniti. A certificare questo rinascimento economico, i dati sul turismo (non solo turismo archeologico e culturale verso le grandi città imperiali o di massa nelle località balneari, ma anche d’élite negli alberghi e nei resort esclusivi costellati dai prestigiosi campi da golf del circuito internazionale sportivo). Berto’s è attore di questo scenario di crescita ormai da 15 anni e gestisce tramite l’Area Manager Alessandro Orfali le partnership commerciali e la partecipazione dell’Azienda alle fiere e agli eventi di settore in terra marocchina (ci riferiamo al Cremai – Salon International des Professionels de l’Hotellerie di Casablanca e al Salon Marocotel di Casablanca, che a anni alterni coprono la scena espositiva del Paese). Attraverso la collaborazione con l’importatore Horecoline di Monsieur Khalid Rahmouni, e la sua rete di rivenditori che coprono le maggiori città del paese (Tangeri, Fes, Marrakech, Agadir), Berto’s ha attrezzato con le sue cucine industriali sia importanti ristoranti che prestigiosi hotels. Tra i primi citiamo il Le Petit Rocher, il Loubnane, il Le Convivio, il Nori, il Gossip Beach e il La Bavaroise di Casablanca, il Le Petit Pecheur di Agadir, il Chahramane e il Be Wok di Marrakech e il Le Dhow della capitale amministrativa del Marocco, Rabat. Tra gli Hotels, il Ryad Parc di Marrakech, l’Amphitrite di Skhirate, il Rive Hotel e l’M Gallery Diwan di Rabat e l’Attitude di Dakhla.
 
 

BERTO’S: CUCINE PROFESSIONALI D’ECCELLENZA

40 anni di passione, esperienza, ricerca e sviluppo, con un unico obiettivo. Creare la cucina perfetta… la vostra!
Collaborazioni
Ogni partner di Berto’s rappresenta lo stato dell’arte nel proprio settore
 
 
REALIZZAZIONI
Ogni Cucina Berto’s è progettata e curata sin nei minimi dettagli
 
 
Contattaci
Per ricevere informazioni, consigli o supporto.
Sarai il benvenuto!
 
 
Lavora con noi
Se desideri far parte del mondo Berto’s saremo lieti di ricevere la tua candidatura
 
 
 
Certificazioni
 
 
 
 
Newsletter
 
Tieniti aggiornato sulle novità Berto's