Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

ELITE

Un progetto di London Stock Exchange Group e Borsa Italiana che crede in Berto’s
 
Che i mondi dell’alta cucina e della ristorazione professionale siano legati a doppio filo alla estrema professionalità, alla gestione ottimale di bilanci e profilature economiche competitive e alla solida qualità gestionale appare evidente da tempo, e le aziende che nel mondo operano ai più alti livelli nel settore sono oggi considerate attori a tutti gli effetti del panorama economico globale. Di questo si è evidentemente accorta anche la London Stock Exchange Group, holding internazionale nata nel 2007 dalla fusione di London Stock Exchange e Borsa Italiana (la LSEG detiene anche il controllo di FTSE Group, MillenniumIT e Russell Investments).
 
Attraverso il progetto ELITE, questa holding seleziona in Europa (e da quest’anno anche oltre i confini del vecchio continente) aziende che si siano distinte per virtuosità imprenditoriale allo scopo di accelerarne la crescita, aumentarne la visibilità e premiarne l’eccellenza. Il 27 aprile scorso LSEG ha organizzato in contemporanea due eventi presso le cities di Londra e Milano allo scopo di presentare ufficialmente le new entries 2016 nell’esclusivo progetto ELITE: si tratta di 16 società britanniche e 30 italiane, selezionate in particolare nei settori del food & beverage, dei media, delle software houses e del lifestyle. Con questi nuovi 46 ingressi, la community di ELITE raggiunge oggi le 389 unità, un corpus di aziende che corrisponde a 130.000 posti di lavoro nella sola Europa e a oltre 32 miliardi di euro di ricavi annui.
 
Ma come vengono scelte più precisamente le aziende destinate a entrare in ELITE? I criteri sono ferrei e stringenti: si tratta di società che devono essere caratterizzate da criteri di gestione economica ispirati alla cultura della rendicontazione e della massima trasparenza, di aziende presenti sul mercato di riferimento da anni e con una forte vocazione all’export e ai mercati internazionali, di aziende con bilanci sani e consolidati da sempre, di aziende desiderose di crescere partendo da concrete basi di eccellenza imprenditoriale e management di qualità. Alle realtà industriali selezionate, il progetto ELITE offre un percorso triennale - intervallato periodicamente da verifiche, check-up e rigidi controlli di percorso - che si basa su formazione, interazione, comunità, condivisione e vetrina internazionale. Va sottolineato che i criteri (di selezione prima e di percorso formativo poi) a cui London Stock Exchange Group fa riferimento sono basati su valutazioni di carattere economico e industriale, non finanziario, a rimarcare la vocazione strettamente imprenditoriale del progetto.
 
Al termine del triennio 2016-2019, l’ente promotore rilascerà alle aziende una certificazione, che avrà contemporaneamente valenza di attestato di virtuosità gestionale economica e industriale, di qualificazione formativa e di attitudine alla quotazione in borsa. Tra le società selezionate da ELITE in Italia e presentate alla stampa internazionale il 27 aprile 2016 c’era anche Berto’s, un’azienda italiana che lavora nel mondo e approccia questa nuova motivante esperienza imprenditoriale con la voglia di conoscere e farsi conoscere, di imparare e trasmettere contemporaneamente la propria esperienza alla community, di fare gruppo, di mettersi in gioco continuamente, di evolvere e crescere.Nell’articolo che assieme a questo va a comporre il numero 9 della nostra newsletter, dedicato al progetto “La Scelta” dello chef stellato Antonino Cannavacciuolo, abbiamo parlato a lungo del concetto di imprenditoria. Che i mondi dell’alta cucina e della ristorazione professionale siano legati a doppio filo alla estrema professionalità, alla gestione ottimale di bilanci e profilature economiche competitive e alla solida qualità gestionale appare evidente da tempo, e le aziende che nel mondo operano ai più alti livelli nel settore sono oggi considerate attori a tutti gli effetti del panorama economico globale. Di questo si è evidentemente accorta anche la London Stock Exchange Group, holding internazionale nata nel 2007 dalla fusione di London Stock Exchange e Borsa Italiana (la LSEG detiene anche il controllo di FTSE Group, MillenniumIT e Russell Investments).
Attraverso il progetto ELITE, questa holding seleziona in Europa (e da quest’anno anche oltre i confini del vecchio continente) aziende che si siano distinte per virtuosità imprenditoriale allo scopo di accelerarne la crescita, aumentarne la visibilità e premiarne l’eccellenza. Il 27 aprile scorso LSEG ha organizzato in contemporanea due eventi presso le cities di Londra e Milano allo scopo di presentare ufficialmente le new entries 2016 nell’esclusivo progetto ELITE: si tratta di 16 società britanniche e 30 italiane, selezionate in particolare nei settori del food & beverage, dei media, delle software houses e del lifestyle. Con questi nuovi 46 ingressi, la community di ELITE raggiunge oggi le 389 unità, un corpus di aziende che corrisponde a 130.000 posti di lavoro nella sola Europa e a oltre 32 miliardi di euro di ricavi annui.
 
Ma come vengono scelte più precisamente le aziende destinate a entrare in ELITE? I criteri sono ferrei e stringenti: si tratta di società che devono essere caratterizzate da criteri di gestione economica ispirati alla cultura della rendicontazione e della massima trasparenza, di aziende presenti sul mercato di riferimento da anni e con una forte vocazione all’export e ai mercati internazionali, di aziende con bilanci sani e consolidati da sempre, di aziende desiderose di crescere partendo da concrete basi di eccellenza imprenditoriale e management di qualità. Alle realtà industriali selezionate, il progetto ELITE offre un percorso triennale - intervallato periodicamente da verifiche, check-up e rigidi controlli di percorso - che si basa su formazione, interazione, comunità, condivisione e vetrina internazionale. Va sottolineato che i criteri (di selezione prima e di percorso formativo poi) a cui London Stock Exchange Group fa riferimento sono basati su valutazioni di carattere economico e industriale, non finanziario, a rimarcare la vocazione strettamente imprenditoriale del progetto.
 
Al termine del triennio 2016-2019, l’ente promotore rilascerà alle aziende una certificazione, che avrà contemporaneamente valenza di attestato di virtuosità gestionale economica e industriale, di qualificazione formativa e di attitudine alla quotazione in borsa. Tra le società selezionate da ELITE in Italia e presentate alla stampa internazionale il 27 aprile 2016 c’era anche Berto’s, un’azienda italiana che lavora nel mondo e approccia questa nuova motivante esperienza imprenditoriale con la voglia di conoscere e farsi conoscere, di imparare e trasmettere contemporaneamente la propria esperienza alla community, di fare gruppo, di mettersi in gioco continuamente, di evolvere e crescere.
 

BERTO’S: CUCINE PROFESSIONALI D’ECCELLENZA

40 anni di passione, esperienza, ricerca e sviluppo, con un unico obiettivo. Creare la cucina perfetta… la vostra!
Collaborazioni
Ogni partner di Berto’s rappresenta lo stato dell’arte nel proprio settore
 
 
REALIZZAZIONI
Ogni Cucina Berto’s è progettata e curata sin nei minimi dettagli
 
 
Contattaci
Per ricevere informazioni, consigli o supporto.
Sarai il benvenuto!
 
 
Lavora con noi
Se desideri far parte del mondo Berto’s saremo lieti di ricevere la tua candidatura
 
 
 
Certificazioni
 
 
 
 
Newsletter
 
Tieniti aggiornato sulle novità Berto's